20140915

Il nastro bianco



VideoteQue è tornato su PaginaQ, col bel film di Haneke.




20140910

Letture corsare



Oh che bello quanto si legge in vacanza.

Ho finito La famiglia Carnovsky di IJ Singer, storia di 3 generazione di una famiglia ebrea originaria della Polonia, che poi si sposta a Berlino e che infine scappa a New York. Leggere il racconto soprattutto del periodo della nascita del nazismo mentre in Palestina succede quel che succede fa abbastanza impressione. Giudizio: insomma, si fa leggere ma non mi ha particolarmente appassionato.

Poi c'è stato un libro corso di uno scrittore corso ambientato in Corsica dal titolo notevole: Il sermone sulla caduta di Roma di Jerome Ferrari. Un romanzo per niente lungo ma parecchio corposo in cui si racconta delle vicissitudini intorno a un bar in un paesino della Corsica e di memoria, di morte, di famiglia, di cambiamenti, la vita che in realtà rimane sempre uguale, e Agostino vescovo di Ippona. Giudizio: mi è piaciuto molto, forse lo dovrei rileggere per apprezzare meglio tutta quella parte sulla memoria, la morte, la famiglia, i cambiamenti, la vita, Agostino.

Il successivo è un libro più lungo ma che ho letto molto velocemente anche perché essendo un giallo volevo sapere chi erano i colpevoli. Morte a Firenze. Un'indagine del commissario Bordelli, dello scrittore fiorentino Marco Vichi, che non conoscevo. Particolarmente interessanti i capitoli sull'alluvione di Firenze (i romanzi di Vichi col commissario Bordelli si svolgono negli anni 60). Giudizio: piacevole assai, voglio leggere ancora di Marco Vichi.

Grigio Modì di Daniele Cerrai racconta la famosa vicenda delle tre teste false di Modigliani ripescate nei fossi livornesi. E' scritto come un romanzo ma si rifa alla realtà dei fatti e quando non può lo dice. Se nel precedente avevo apprezzato la ricostruzione dell'alluvione di Firenze, in questo mi sono piaciuti i racconti della Seconda Guerra Mondiale a Livorno. Consigliato, visto l'imminente mostra su Modigliani a Palazzo Blu. Giudizio: scritto bene e in modo originale, niente niente male.

Ciò che conta è la bicicletta di Robert Penn racconta la costruzione della bicicletta perfetta pezzo per pezzo fatta dall'autore, un appasionato ciclista inglese che con le due ruote ha girato il mondo. I titoli dei capitoli sono i vari elementi della bicicletta (telaio, manubrio, sellino etc) e mentra Penn va di fabbrica in fabbrica e di artigiano in artigiano alla ricerca dei pezzi migliori fa anche la storia della bicicletta, un po' di teoria meccanica e racconti dei suoi incredibili viaggi. Un must per gli amanti. Giudizio: nonostante sia un saggio e nonostante sia molto tecnico l'ho divorato come un giallo di Marco Vichi.

Poi con una introduzione del genere:

Se vi è capitato di sperimentare un momento di estasi o di libertà su una bicicletta; se vi è capitato di fuggire dalla tristezza al ritmo di due ruote mulinanti, o di sentire la speranza rinascere pedalando sulla cima di un’altura con la fronte imperlata dalla rugiada della fatica; se vi è capitato di chiedervi, gettandovi in picchiata come uccelli giù per una lunga discesa in bicicletta, se il mondo si fosse fermato; se vi è capitato, anche una sola volta, di stare seduti su una bicicletta con il cuore che cantava e la sensazione di essere un comune mortale in contatto con gli dèi, allora voi e io condividiamo qualcosa di fondamentale. Sappiamo che ciò che conta è la bicicletta.

20140908

Era agosto su PaginaQ



E una volta ho fatto una lista di film.
Un'altra una lista di luoghi e di fotografie a Cortona.

20140903

Il Nebbio con la bici

Il Nebbio (o Nebbiu) è una piccola regione sulle colline sopra Saint Florent (o San Fiurenzu) in Corsica. E' un anello di circa 50 km che passa da paesini, chiese, menhir, polle d'acqua, mulini e deserto. Sono stradine strette senza macchine, al limite trovi il solito tizio che corre a torso nudo nel mezzo del niente all'una magari anche in salita come se fosse la cosa più normale del mondo; che siccome pensi anche di esserti persa in mezzo a quel niente e già ti rivedi a fare tutta la salita che stai discendendo, la visione del maratoneta ti rincuora abbastanza.

E un giretto piacevole e rilassante lontano dalla pazza folla che comunque c'è sempre vicino al mare.

Ho trovato solo due chiese aperte nel mio giro mattutino, quella di Oletta (la terza, anche la seconda è una chiesa di Oletta ma è un museo) e quella di Sto Pietro di Tenda (quella con la doppia facciata - bellissima) e in tutte due c'era la cassa da morto, nella seconda anche la veglia. La incredibile chiesa di San Michele in Murato, quella di pietra bianca e verde scuro l'ho trovata aperta un altro pomeriggio.







20140812

Humans of New York

You can make 75% more money with a cat on your head than a cat on your shoulder

"... ho cominciato Humans of New York nell'estate del 2010. Ho pensato che sarebbe stato interessante creare un catalogo esaustivo degli abitanti di New York così ho cominciato a fotografere i 10.000 newyorkesi e a metterli su una cartina. Per vari mesi ho lavorato seguendo questo progetto, ma poi HONY ha cominciato ad assumere un carattere diverso. Ho cominciato a collezionare piccole storie o citazioni dalle persone che fotografavo e ho iniziato ad aggiungere queste frasi alle foto..."

Poi è andato a fare questa cosa qui in Iran.

Il suo blog è qui.

20140804

Per il primo viaggio immobile della mia vita


E' cominciato il racconto a puntate su repubblica del viaggio di Paolo Rumiz.
Io dico che promette bene.

20140803

Estate con Monika


Preferisco il titolo originale.
Un film di Bergman per paginaQ.

20140801

L'immaginazione al potere


Se la pista ciclabile non c'è, creala.

20140727

L'eternità e un giorno


E' il primo film che vedo del regista greco Angelopoulos.
Bello.
L'ho visto per paginaQ.

20140716

My summer of love


E' l'ultimo film recensito per PaginaQ.
E' dello stesso regista di Ida, Pawel Pawlikowski.
Come Ida, anche My Summer of Love ha una incredibile cura della fotografia. Non c'è il bianco e nero e non c'è il cupo inverno polacco. Ci sono i colori e la luce dell'estate e della morbida campagna inglese.

20140710

A cena con Exco e il suo laptop



Prima mi ha fatto vedere questo, breve, come introduzione allo stile:

The Pills - Primo appuntamento

Poi siccome ha pensato che ero pronta mi ha fatto vedere questo, consistente in ben 2 puntate:

1. The Pills - Il buio oltre le Hogan
2. The Pills - Le Colline hanno le Hogan


Infine l'ecosaetta di ticucino bio oggi mi ha detto guarda anche questo:

The Pills - A Game (A Love Story)

20140708

Testo a fronte

The bicycle is not only noble in relation to body rhythms: it is also generous to thought. For anyone with a tendency to digress, the sinuous company of the handlebars is perfect. When ideas are gliding smoothly along in straight lines, the two wheels of the bicycle carry both rider and ideas in tandem. And when some stray thought afflicts the cyclist and blocks the natural flow of his mind, he only has to find a steep slope and let gravity and the wind work their redemptive alchemy.
(Valeria Luiselli, “Manifesto a Velo”)

La bicicletta non è solo nobile in relazione ai ritmi del corpo: è anche generosa per il pensiero. Chiunque abbia una tendenza alla digressione, la sinuosa compagnia del manubrio è perfetta. Quando i pensieri scivolano via dolcemente lungo linee rette, le due ruote della bicicletta portano sia il ciclista che i pensieri in tandem. E quando invece qualche pensiero vagante afflige il ciclista e blocca il naturale flusso della mente, allora basta cercare una ripida salita e lasciare che la gravità e il vento si combinino in un'alchimia redentrice.

via invisible stories

20140707

Due film per PaginaQ

L'ultimo film di giugno per la rubrica, o meglio il quaderno, di PaginaQ è stato City of God, film secondo me molto bello che avevo già visto - già che ci sono cerco sempre di vedere film per me nuovi ma dopo la delusione del film di Wenders avevo bisogno di andare su sicuro.
Poi è cambiato il mese, luglio col bene che ti voglio sarà fatto di film estivi, vacanzieri e il primo film di questa serie è stato Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto.
Buone visioni.